bando-nazionale - Lo sviluppo locale che vorrei

Vai ai contenuti

Menu principale:

Concorso > Bando
BANDO

VI CONCORSO A PREMI:
"LO SVILUPPO LOCALE CHE VORREI EQUO E SOSTENIBILE"
PER SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO
Anno Scolastico 2016-2017


ARTICOLO NOVANTANOVE - Associazione per il Dialogo sociale, in partnership con ANP (Associazione Nazionale dirigenti e alte professionalità della scuola), ed in sintonia con le iniziative promosse dall'ISTAT per la promozione statistica e l’utilizzo degli indicatori di Benessere Equo e Sostenibile (i BES)
intendono
orientare le giovani generazioni ad un approccio progettuale per uno sviluppo equo e sostenibile dei propri territori, dando un impulso a potenzialità non ancora espresse con una loro ideazione e progettazione di impresa. Utilizzeranno allo scopo anche i saperi ed i vissuti acquisiti nel percorso di alternanza scuola-lavoro (legge n. 107/2015), e sperimenteranno metodologie e strumentazioni capaci di far meglio rilevare, comprendere, valutare le criticità della realtà in cui vivono.
a questo scopo bandiscono
con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente, Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, ANCI,
Unioncamere, Fondazione CON IL SUD, Tavolo di Coordinamento del Forum MyBES.

VI CONCORSO A PREMI
“LO SVILUPPO LOCALE CHE VORREI: EQUO E SOSTENIBILE”

Modalità e termini di partecipazione al Concorso

A - Soggetti promotori -
ARTICOLO NOVANTANOVE (Associazione dei già Consiglieri CNEL)
ANP (Associazione Nazionale dirigenti e alte professionalità della  scuola)

B - Destinatari del concorso -
Gli studenti delle classi del terzo e quarto anno di tutti gli Istituti secondari di secondo grado del territorio nazionale.  

Ogni classe dovrà essere coordinata da uno o più docenti tutor. Nella ipotesi di più docenti dovrà essere designato il docente tutor referente per gli adempimenti previsti dal Bando.

C - Ambito del concorso "LO SVILUPPO LOCALE CHE VORREI: EQUO E SOSTENIBILE" -
Le classi dovranno elaborare, nel percorso di alternanza scuola-lavoro, una proposta progettuale di attività produttiva o di servizio, pubblica o privata, volta ad uno sviluppo responsabile e sostenibile del proprio territorio, tale da poter rispondere alle attese dei giovani ed essere attrattiva del loro impegno.
La proposta dovrà essere formulata ponendo particolare attenzione alle esperienze di successo della tradizione locale, alla equità e sostenibilità nell'uso e nella distribuzione delle risorse, alle implicazione ambientali di processi e prodotti, alle sue potenziali proiezioni nazionali e internazionali.
Nella verifica della sostenibilità economica, ambientale e sociale della proposta progettuale dovrà essere considerata anche l’incidenza dei risultati attesi sui livelli di benessere della realtà in cui i giovani vivono e dovrebbero poter realizzare le loro aspettative di vita.   
La metodologia per misurare il Benessere Equo e Sostenibile (BES) sviluppata dal Cnel e dall’Istat (www.istat.it/it/misure-del-benessere) potrà essere un utile supporto e favorire l'analisi a livello territoriale. Sul sito ISTAT, inoltre, sono disponibili strumenti didattici per le scuole finalizzati all'utilizzo degli indicatori statistici per comprendere la realtà socio-economica (https://formazione.istat.it/moodle/).

D - Come si partecipa -
Per partecipare al concorso è necessario scaricare la documentazione dal sito dedicato www.losviluppolocalechevorrei.it.

Le domande di  iscrizione dovranno essere redatte su carta intestata della scuola, con data e firma del dirigente scolastico secondo il facsimile (allegato 1) disponibile sul sito e dovranno essere trasmesse via e-mail a:
ARTICOLO NOVANTANOVE
"Lo Sviluppo locale che vorrei"
Viale David Lubin,2
00196- Roma
Le domande di partecipazione al concorso dovranno essere presentate entro il 15 novembre 2016.
Gli elaborati dovranno essere inviati entro il 15 aprile 2017.
Ogni singola domanda dovrà riportare:

-
l'indicazione dell'Istituto e della classe/i di appartenenza e il rispettivo/i indirizzo/i di studio;

-
l'elenco degli studenti di ciascuna classe;

-
l'opzione scelta sulle modalità di invio del progetto;

-
i nominativi del/i docenti tutor, che assisteranno ogni classe nell'elaborazione della proposta;

-
una dichiarazione di autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo n. 196 del 30/06/03. Il conferimento dei dati è finalizzato esclusivamente all’espletamento delle procedure relative al concorso.
Alla domanda di iscrizione verrà data in automatico risposta di ricezione ed ove entro 7 giorni non vengano formulate osservazioni (integrazione dati, non ammissibilità,…) sarà data comunicazione di accoglimento via e-mail.
L’accettazione della iscrizione assicura la partecipazione dei docenti ad iniziative che, oltre a fornire informazioni di dettaglio sulla iniziativa, declineranno - con riferimento al tema del Concorso - l'inserimento, nei percorsi di alternanza scuola-lavoro, dei concetti di equità e sostenibilità ed illustreranno, con esemplificazioni, l’utilizzo delle metodologie e degli strumenti messi a disposizione.

E - Presentazione e invio progetti -
Gli elaborati dovranno essere presentati in formato digitale (testo, slide, immagini e/o video o altro mezzo ritenuto idoneo).
L’invio dei Progetti  avverrà, come da scelta indicata nella domanda di iscrizione:
con
*
il deposito su www.dropbox.com nel periodo compreso tra le ore 7.00 del 14 aprile 2017 e le ore 24.00 del 15 aprile 2017. Le istruzioni saranno oggetto di una comunicazione ad hoc via e-mail.
ovvero
*
con la registrazione su un supporto di archiviazione tipo chiavetta USB, CD-ROM o DVD e l’invio entro il giorno 15 aprile 2017 per raccomandata o tramite corriere a:
ARTICOLO NOVANTANOVE
Associazione per il Dialogo sociale
"Lo Sviluppo locale che vorrei"
Viale David Lubin,2
00196- Roma
Il plico dovrà contenere il supporto di archiviazione informatica (chiavetta USB, CD-ROM o DVD) e copia compilata dell’allegato 1.
I supporti inviati non saranno restituiti.

F - Premi -
Le prime tre classi riceveranno:

-la prima una targa similoro ed un premio di 1.000,00 (mille/00) euro

-la seconda una targa argentata ed un premio di 750,00 (settecentocinquanta/00) euro

-la terza una targa simil bronzo ed un premio di 500,00 (cinquecento/00) euro
I premi verranno destinati all'acquisto di app e di e-book, ed assegnati per l'80% agli studenti ed il 20% al/ai docente/i tutor

I progetti verranno segnalati agli attori istituzionali ed economici del luogo per possibili seguiti di realizzazione.

G - Commissione esaminatrice -
I premi di cui al presente Bando verranno assegnati sulla base del giudizio insindacabile di una apposita Commissione che sarà composta da:
-
un Presidente e tre membri in rappresentanza della Associazione Articolo Novantanove - Associazione per il Dialogo sociale;
-
due membri in rappresentanza dell’ANP.
-
un membro in rappresentanza del Tavolo di Coordinamento del Forum MyBES;
La Commissione potrà attribuire menzioni speciali.

H - Criteri di valutazione -
Sono tratti dal Bando e così definiti:
1.
obiettivi del Progetto: chiarezza del profilo della attività produttiva o di servizio, pubblica o privata, per uno sviluppo responsabile e sostenibile del proprio territorio, tale da poter rispondere alle attese dei giovani ed essere attrattiva del loro impegno;
2.
innovazione e originalità: capacità di attivare processi di sviluppo in grado di coinvolgere risorse locali non utilizzate o sottoutilizzate;
3.
percorso progettuale: grado di completezza e coerenza delle diverse fasi del percorso progettuale nell'ambito dell'alternanza scuola-lavoro (idea, analisi, progetto, verifiche);
4.
analisi di contesto ed utilizzo degli indicatori BES elaborati da Cnel-Istat: qualità e completezza del metodo adottato per le analisi di supporto al progetto e loro livello di approfondimento;
5.
realizzabilità: qualità delle verifiche a cui è stata sottoposta l'idea progettuale al fine di garantirne la sua realizzabilità;
6.
replicabilità: capacità del Progetto di candidarsi ad essere una buona pratica.
Per ciascuno dei criteri viene attribuito un punteggio da 1 a 10.
Il massimo risultato è dunque di 60/60.
La valutazione si riassume in un “Sintetico Giudizio Complessivo”.

I - Comunicazione e premiazione dei vincitori -
Le classi vincitrici verranno avvisate mediante lettera inviata tramite posta elettronica certificata via e-mail e spedita ai Dirigenti degli Istituti di appartenenza ed al Docente tutor di referente.
Sui siti www.articolo99.it e www.losviluppolocalechevorrei.it verranno pubblicati gli elaborati delle classi vincitrici.

La premiazione avverrà in una cerimonia che si terrà nel mese di maggio 2017 secondo le modalità e presso le sedi che saranno successivamente comunicate.

L - Modalità di erogazione -
L’importo del premio verrà accreditato sul c/c dell’Istituto a mezzo bonifico bancario.

Roma, li settembre 2016
 
Torna ai contenuti | Torna al menu